Notizie

Nuove foto aggiunte

Filippo Tagliaferri 👉 Giurato
Nasce a Roma il 3 luglio del 1990.
Figlio di uno speaker radiofonico e di un’attrice e cantante, si interessa alla musica sin dalla tenera età, tra ascolti di vinili, audiocassette e successivamente di CD, oltre a mostrare quasi
immediatamente dimestichezza con l’uso dei computer, perlopiù per quel che riguarda le attività ludiche.
Tra il 2002 ed il 2003 scrive un poema per un concorso dedicato a Fabrizio De AndrĂŠ con il quale vince e guadagna molti apprezzamenti, tra i quali quello di Dori Ghezzi stessa.
Comincia a comprare dischi per conto proprio poco prima di compiere la maggiore età ed in seguito al conseguimento del diploma di maturità (80/100) prende il via la sua attività come recensore per il portale Mag-Music, oggi chiuso e confluito in Tivoo.it. Per tale webzine ha scritto recensioni su artisti come Alessandro Fiori, Mariposa, 99 Posse, Bisca, Calibro 35, Dente, Baustelle, Marlene Kuntz, Santo Niente, Massimo Volume, Offlaga Disco Pax, Edda, Spiritual Front, Tying Tiffany, Alice, Mario Venuti, Caparezza, Il Muro Del Canto e Killing Joke. In seguito alla chiusura di Mag- Music Tagliaferri inizia la sua attività con Just Kids, tutt’ora mai fermatasi ufficialmente, e per tale
portale procede con il suo percorso assai versatile, andando da Bud Spencer Blues Explosion a Ben Seratan, da Umberto Maria Giardini ai Klimt 1918, da Dead Cat In A Bag a Ketty Passa.
Nel frattempo, a partire dal 2012, Tagliaferri inizia a frequentare l’ambiente live romano, a partire da Le Mura, locale che, grazie agli eventi targati “Heroes” ed organizzati dalla band Luminal, allora molto attiva nella nuova scena rock nostrana, gli aprirà diverse prospettive, tra le quali quella di essere per un breve periodo un inviato ed intervistatore degli artisti che di mese in mese si esibiscono sul palco. Nel tempo a venire sviluppa forti amicizie con varie personalità legate alla musica live capitolina, da Emanuela Petroni, ideatrice di “Anime Di Carta”, ai responsabili dei circoli ARCI Fanfulla 5/a e Dal Verme, facendosi notare per un forte presenzialismo durante i concerti, unito ad una forte curiosità e voglia di sostenere i musicisti per lui degni di considerazione. Dal 2015 prende piede anche la sua passione per il burlesque, nata dall’amicizia con le performers Fiammetta Alexander, Giuditta Sin e Candy Rose, per la body art estrema grazie all’amicizia con Tiger Orchid e per la corrente hard, classica e post-porn che sia. Lo si nota in più occasioni presenziare nei festival Burlesque Riot, Interiora Horror Fest e Hacker Porn Film Festival, sviluppatisi tra l’ESC Atelier, il Forte Prenestino, il Kino di Via Perugia ed il MACRO Testaccio
(Città Dell’Altra Economia).
Nel 2013 inizia anche a prendere parte come comparsa ed attore di videoclip, a partire dallo stesso anno con “Verso Su Verso” del rapper Cesco, conosciuto grazie ad Emanuela Petroni, ma
l’ufficialità arriva nel 2015 grazie all’amicizia con Filippo Dr.Panico, conosciuto qualche anno prima, che lo renderà il protagonista di “Ogni Volta Che Te Ne Vai”, nel cui corso lascerà emergere facilmente la sua immagine di goffo romantico; collaborazione che andrà avanti neanche un anno dopo grazie a “Se Bruciasse La Città”, girato all’interno del circolo ARCI del Pigneto 30Formiche eche vede Tagliaferri nelle insolite vesti di pugile. Appare anche nei videoclip di “Mademoiselle” (Edda, 2015), “Mondo Mio” (Leila, 2016) e “Chi Non Dice L’Amore” (Calypso Chaos, 2016). Tra il 2014 e il 2015 Tagliaferri è presentatore di una serie di serate svoltesi sempre nel quartiere
Pigneto, tra le quali spicca “Kermesse Bigazzi”, omaggio all’autore e compositore Giancarlo Bigazzi (Squallor, Marco Masini, Umberto Tozzi) ideato da Demented Burrocacao (Stefano Di Trapani), dal musicista Marco “UbiK” Bonini e dal circolo ARCI Fanfulla 5/a, in cui veste il ruolo del Maestro Lavanda e, accompagnato da esponenti della scena di Roma Est come gli Wow, Jonida Prifti, i Cayman The Animal e Cassandra, reinterpreta con sola voce e fischio, senza l’ausilio di
alcuno strumento musicale, il brano “38 Luglio” degli Squallor. A tutt’oggi non è purtroppo presente alcuna registrazione vocale di questa versione. Durante la seconda metà del 2017 viene notato da Renzo Arbore, che lo vuole tra il pubblico del programma “Indietro Tutta – 30 e l’Ode”, condotto assieme a Nino Frassica e ad Andrea Delogu, un omaggio ai trent’anni dalla messa in onda dell’omonimo format televisivo del musicista foggiano; ​ durante la messa in onda della prima puntata viene inquadrato mentre scorre il brano “Grazie Dei Fiori Bis”.
Oltre alle interviste realizzate per il format “Heroes”, Tagliaferri ha realizzato un’altra serie di interviste a personalità romane e non da lui sempre sostenute con grande interesse, tra cui le Calypso Chaos (Just Kids) in occasione della puntata pilota della web-serie “Ice”, purtroppo poi fermatasi, e Lilith Primavera (FACE Magazine) in concomitanza con la pubblicazione del suo
secondo singolo, “Estasi Vera”. Si è anche distinto per essere stato in alcune occasioni egli stesso organizzatore di concerti a Roma nel 2017 con il format Dacce ‘n Taglio, per quanto pochi ed a cadenza irregolare, rispettivamente Cronaca e Preghiera + Psicosi Di Massa al 30Formiche, ElleBorN allo Sparwasser (originariamente assieme a La Polvere) ed infine Your 33 Black Angels + We Melt Chocolate al Fanfulla 5/a.
Pur non avendo mai abbandonato definitivamente l’attività di recensore, dal 2019 Tagliaferri si concentra principamente sull’attività di speaker radiofonico entrando a far parte di Radio Elettrica, web-radio nata a fine 2018, inizialmente come voce di accompagnamento e successivamente con un format tutto suo (“Finchè non è reggaeton mi va bene quasi tutto”, dichiara lo stesso) intitolato “Grazie per l’immenso contributo nel corso di queste ore”, che cita la formula con cui lo stesso è stato solito ringraziare via social le amicizie che incontra tra un locale e l’altro durante lo svolgimento di un concerto. Il programma è tutt’ora in corso, seppur non a cadenza fissa .
In tempi recenti è stato protagonista anche di alcuni spezzoni di vita reale legati alla vendita di dischi in vinile, realizzati dallo scrittore e giornalista Fulvio Abbate per il suo canale YouTube
Teledurruti, per un breve periodo noto anche come Pack.
Romantico e poliamoroso dichiarato, mal sopporta gli attacchi alle donne per il loro essere libere anche di essere nude, crede nelle critiche costruttive e nel merito ed egli stesso cerca giorno dopo giorno di essere un ragazzo migliore.

www.facebook.com/lemuralivemusicclub/photos/a...